«Abbiamo due vite: la seconda inizia quando ci rendiamo conto di averne una sola» (Confucio)

Ho lavorato molto e speso troppo.
Ho speso troppo tempo della mia vita adulta stanca, stressata, arrabbiata. Ho sempre pensato di aver bisogno di qualcosa in più per essere felice senza accorgermi che il segreto era la strada opposta: avere meno. Meno aspettative, meno rincorse, meno ambizioni, meno denaro, meno cibo, meno abiti, meno connessione, meno cose inutili.
Quando inizi ad alleggerire il tuo bagaglio fai spazio a più risparmi e meno spese, più salute e meno stress, più piaceri e meno doveri, più silenzio e meno rumore.
Il benessere entra a far parte della tua vita, come per magia.
L’ho sperimentato nel 2014, in 6mesi di aspettativa dal lavoro. Un lavoro che ho amato moltissimo: mi ha portato a viaggiare per il mondo, a conoscere ed apprezzare la diversità, a capire che la vita è un dono, il tempo è un bene prezioso e non ne va sprecato neppure un minuto finchè si è in salute, perché non si sa quanto durerà. E’ allora che ho iniziato a scalare marcia e a cambiare rotta. Ho iniziato la mia seconda vita.
Il 31 dicembre 2016 ho dato le dimissioni rinunciando al posto fisso, al prestigio del mio ruolo di inviato al TG1, alla carriera, al lavoro che amavo. La mia prima vita, a 47 anni, si era conclusa. Con moltissime soddisfazioni e zero rimpianti. Una seconda mi stava aspettando: con un meno davanti che aggiunge invece che togliere.  In una vita ce ne stanno due, se non perdiamo tempo ad indugiare.
Occorre alleggerire il bagaglio , lasciare la strada principale e imboccare un nuovo sentiero.
Con decisione, senza voltarsi mai indietro, senza fermarsi a guardare la vita che ci passa accanto.

 


 

Live More with Less  è la mia filosofia: alleggerire la propria vita per arricchirla.

Travel More with Less  è un nuovo modo di girare il mondo.

Dress More with Less  è l’etichetta di abiti e accessori che racconta i miei viaggi e ve li fa indossare.

Give More with Less  è la scelta di donare tempo al volontariato per aiutare chi è rimasto indietro.

 

 

I Commenti sono chiusi.