Allargare gli orizzonti

Live more with less

Chiunque sia riuscito a  scalare marcia  rivela che faceva qualcosa con passione e con consapevolezza: era pronto a grandi sacrifici, a grandi rinunce ma non aveva identificato il proprio lavoro con se stesso. L’importate è il cammino, non la meta. Facile identificarsi con essa e una volta raggiunta. Facile fermarsi lì.
In una confort zone dove tutto ciò che facciamo è un automatismo che per quanto impegnativo garantisce il successo. Che alla fine diventa una droga. La curiosità invece è la vera droga di chi sceglie il cambiamento e capisce che la strada è terminata, la meta raggiunta e può ricominciare da capo incamminandosi su un altro sentiero. Anzi non  vede l’ora di iniziare il nuovo cammino, non sta più nella pelle. Perché la curiosità è la molla che spinge il cambiamento.
Così, all’improvviso il nuovo cammino appare a chi vuole vederlo e l’orizzonte si allarga. E solo allora si capisce che eravamo noi a restringerlo.

2 Comments

  1. Domenico 12/12/2017 14:26

    Auguri per tutto

    • lafebal 18/12/2017 20:10

      Grazie Domenico!

Rispondi a lafebal Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*